IL PROGETTO

Nel ricchissimo e diversificato panorama del jazz contemporaneo sono innumerevoli le informazioni, spesso contrastanti, che sommergono i giovani telentuosi che si avvicinano a questo genere musicale. Una guida ed un orientamento si rendono sempre più necessari. Obiettivo Musica ha quindi progettato una serie di incontri con due tra i più originali chitarristi del jazz italiano, Sandro Gibellini e Giovanni Monteforte, professionisti di solida esperienza, didatti di comprovata competenza e artisti accumunati da una ben precisa affinità stilistica: il Bebop. Il pacchetto di incontri copre complessivamente tutte le possibili varianti “in libera fluttazione”, dalla “lezione singola a docente-alternato” a lezioni collettive con entrambi i docenti, da gruppi di musica d'insieme alla “jam” in duo di chitarre studente/docente, dalla lezione monografica sui grandi del passato con ascolti analitici all' “incontro-conferenza” ove si potranno liberamente aprire campi di discussione e di narrazione, oltre a porre domande anche biografico-musicali a due docenti non certo privi di comunicativa e buon umore. Una nuova e simpatica iniziativa meritevole di accogliere il maggior numero di adesioni.

Programma di Studio


Argomenti dettagliati

1) Introduzione alla chitarra Bebop: Kessel, Farlow, Raney, Thomas.
(Django e Christian: stile swing; Grant Green, Kenny Burrell e Wes: stile Hard Bop; Jim Hall: corrente mainstream-postbop.)

2) I temi di Charlie Parker
("Codificazioni di linguaggio improvvisazionale")

3) Armonia e analisi funzionale, voicings e ritmo jazz.
(Armonia per terze, i gradi della scala, open sevenths- drops- triadi incomplete) (Il tempo ad ottavi, il concetto bipolare bimetrico, sovrapposizioni ritmiche)

4) Scale tonali, modi e scale bebop.
(Ear training e diteggiature. Cit. Dalcroise associare dita e voce).

5) Il linguaggio bebop: tecniche di apprendimento e personalizzazione.
(Memoria vocale e meccanica)
© 2015 Powered By Francesco Meles